×

Editoriale

“L’idea è quella di prendere un treno con gli amici dopo il lavoro e, invece di scendere a Parigi, decidere di arrivare fino al capolinea, per scappare, respirare un po’ d’aria e godersi il ​​tempo”. Alexandre Mattiussi spiega così la sua collezione per Ami, pensando ad una fuga per il week-end verso la Normandia, quindi non è un caso che i modelli camminino in mezzo a un campo di grano, vestiti in modo molto casual e rilassato, con cenni all’abbigliamento sportivo. Non che manchino i completi, ci sono ma prevalentemente spezzati, morbidi, con giacche lunghe e pantaloni ben sopra il polpaccio o bermuda ampi sovrapposti a ciclisti in lycra, portati con T-shirt e/o camicie un po’ dentro e un po’ fuori e calzettoni con sneakers o sandali a fascia. Ma i capi ideali si rivelano anorak e parka tecnici, corposi pull con maniche extralong, tracksuit e comodi cappelli da pescatore.