×

Editoriale

Stacey Bendet ama costruire le collezioni di Alice + Olivia come fossero tableau vivant; quest’ultima presentazione, più pulita delle precedenti per allestimento e teatralità, ha come location la ‘AO University’, dove la designer fa le veci del decano o di un professore emerito che introduce il pubblico nelle varie aule che corrispondono ad un tema, come l’American Revolution Room o l’Education Garden. Tanti i riferimenti al femminismo e al periodo della contestazione, quindi abbondano i look Seventies con tocchi hippie e rock-punk: pantaloni a vita alta iper-svasati, long dress con pizzi e/o ricami e stampe floreali, giacche da biker in pelle con frange o applicazioni metalliche, bluse in stile vittoriano, camicie e gonne tartan, il tutto portato con stivaloni e stivaletti. In generale si tratta di una moda giocosa e sfacciata, più femminile che femminista, che non disdegna scolli profondi, gambe in vista, iridescenze e colori accesi, oltre ai classici nero e bianco.