×

Editoriale

Chi vorrà indossare Alexander Wang il prossimo inverno dovrà prepararsi ad un’immersione totale nel nero e, di conseguenza, ad apparire molto dark e aggressive. Non c’è spazio per il romanticismo in questa collezione che mixa l’appeal di una gothic Lolita con la durezza dell’heavy-metal inserendo dettagli da romanzo nero à la Frankenstein, come gli stivali creeper decorati con borchie argento, le stesse che profilano gli abiti, i lunghi coat, anche in versione vestaglia, i pull corposi, le trapuntature delle giacche, i colli a gorgiera che fanno anche da choker. L’effetto piercing delle applicazioni metalliche, insieme alle chiusure zippate e ai bottoncini metallici, definisce i capi, altrimenti semplici e lineari: pantaloni al polpaccio, mini-dress con piccoli spacchi frontali, giacche da biker, top-corazza. La pelle, usata anche come inserto, illumina le superfici con il suo effetto lucido, così come le frange movimentano gli orli asimmetrici sugli abiti del finale.