×

Editoriale

Leggerezza, evanescenza, lievità sono gli elementi del DNA di Alberta Ferretti, che compone una collezione dall’inconfondibile anima romantica ma con influenze urbane, casual. Leggerezza: le bluse e i mini dress hanno maxi volant, balze, ruche, trafori, sfoggiano tessuti candidi, di San Gallo, maniche vaporose, a sbuffo, a palloncino, volumi morbidi, fiocchi legati in vita. Evanescenza: gli abiti portano i colori di un arcobaleno tenue, sono impalpabili e soffici, dalle trasparenze chiarissime, dalle superfici delicate, in chiffon, a plissé, con reti tricot, uncinetti, pizzi, si tingono di colori notturni e misteriosi, si librano come in volo. Lievità: tute ariose e voluminose, maxi impermeabili, giubbotti dalle molteplici tasche, salopette, bermuda, indumenti in tela, in denim, in cotone, completi XXL da aviazione, per donne audaci e temerarie pronte a spiccare il volo. La palette è una brezza dalle nuance delicate, rosa, celeste, verde pastello.