×

Editoriale

Equilibrio, armonia e proporzione: è questa la triade del classicismo. E c’è qualcosa della Elisabetta/Cate Blanchett nelle creazioni di Alberta Ferretti per l’autunno/inverno 2015.16. Lo sguardo contemplativo della stilista su periodi ben definiti della storia occidentale dona figure vestite di abiti sontuosi in un tripudio di intarsi e ricami: velluti verde e oro, ruche sull’organza candida, gorgiere e tessuti floccati. Riproposti e aggiornati i motivi da gotico cortese: il fogliame dei gilet accostati a pantaloni broccati e alle scarpe di velluto rosso, le ghirlande e gli elementi arborei delle giacche dal collo alla coreana, i fregi vegetali che chiudono gli spazi degli abiti tunica e il ricamo ad intaglio della blusa portata con una gonna di trapunto fiorentino. Una simbolica dialettica tra i modelli della tradizione classica capace di capire il vivo presente modellandosi sul passato.