×

Editoriale

Semplice e al tempo stesso preziosa la collezione di Agnona per i mesi tiepidi e caldi del 2016. La donna immaginata dalla casa di moda italiana è estremamente elegante senza strafare. Un lusso intimo, poco esibito, che può notare solo chi si azzarda a toccare i capi indossati. Il cashmere, voile o leggero, accarezza il corpo con caftani, giacche, poncho e mantelle sfidando le stagioni in cui c’è maggiore consuetudine ad indossare il camoscio impiegato tuttavia per vestiti e soprabiti. Non può mancare il lino, il cady stretch, il sablé di viscosa plissé e il faille di seta a dare vita alla classe degli outfit. Lo spacco della gonna bianca che arriva appena sotto il ginocchio è una delle poche concessioni ad una sensualità esibita. Sicura del suo fascino, costruisce la sua immagine sofisticata indossando abiti lunghi, tinta unita o fantasia, stringendosi nella sua sahariana o con indosso pantaloni ampi e lunghi fino ai piedi.