×

Editoriale

“Che la guardiamo o no, a lei non importa, continua a vivere. È libera, è se stessa, è una ragazza che vive la propria femminilità maschile infusa di sensualità”. Lo spirito della nuova collezione di Zadig & Voltaire sta tutto racchiuso nelle parole della direttrice creativa Cecilia Bönström, che infonde ai look quell’appunto “femminilità maschile” che si traduce in pezzi tosti, come la tuta zippata di pelle nera con le tasche profilate di cristalli che apre la sfilata. La collezione prosegue poi con l’abbinamento reiterato tra coat e giacche sartoriali con pantaloni skinny e stivaletti o con i soli collant in pizzo e tra giacche da biker che vanno dal mini all’over portate con gonnelle e abiti sottoveste.