×

Editoriale

La prima collezione solista di Pierpaolo Piccioli per Valentino segna un nuovo corso per la Maison, anche se passioni e ispirazioni restano quelle di sempre, come l’arte rinascimentale, qui rappresentata da immagini prese dal trittico del ‘Giardino delle delizie’ di Bosch e reinterpretate dalla ‘principessa del punk’ Zandra Rhodes. Così ecco che motivi di cuori trafitti da spade e scene campestri diventano ricami e stampe su lunghi abiti con corpetto aderente e gonna fluida a fazzoletto, attraversati da tracolle che sorreggono piccole borse e porta rossetto. Altri long dress sono in pizzo, con vita alta e maniche lunghe, altri ancora in stile hippie off-the-shoulder, con volant e plissé. I pantaloni sono in broccato veneziano trattato come denim, mentre le trasparenze di tulle e chiffon dominano il finale. Potenti e polverosi i colori, dal rosa al rosso al verde acido, oltre ai classici bianco e nero.