×

Editoriale

Sarà per festeggiare i 50 anni della griffe Sonia Rykiel ma finalmente sulla passerella ci sono modelle che ridono o almeno che sorridono! E per non farsi mancare proprio nulla, il direttore creativo Julie de Libran chiama nientemeno che il mitico gruppo pop Bananarama, sulle cui note si sfila e si balla. De Libran guarda ai movimenti culturali e musicali della propria giovinezza, dal post-punk alla new wave al pop, simboli di espressione e di liberazione della propria personalità, così com’è stata la moda di Sonia Rykiel per tante donne. Ecco quindi tutti i must della Maison reinterpretati con cenni che vanno dai mod anni ’60 al grunge anni ’90 e a tutto ciò che sta in mezzo: coat e completi sartoriali con tagli malandrini, zip inedite, borchie decorative, mantelle, baschi e maxi-sciarpe tartan rappresentati in un formidabile quartetto iper-colorato, la maglieria abbinata a gonne e pantaloni di pelle, abiti in luminoso lurex e il finale tutto paillette.