×

Editoriale

Rick Owens afferma di avere una vera ossessione per la M-65 Field Jacket, la storica giacca da campo americana, uno dei simboli delle uniformi militari ma la sua è una collezione pacifista che, aldilà di stivaloni e anfibi massicci portati slacciati (già un segnale di protesta) si discosta dai riferimenti militari e abbraccia invece il credo di Steven Parrino, artista americano prematuramente scomparso, la cui influenza sullo stilista è nota da tempo. Sui corpi dei modelli prendono vita le sue tele stinte e ‘maltrattate’ sotto forma di coat, anche smanicati, t-shirt oversize, tuniche fluide e drappeggiate che raggiungono l’apice nel finale, un tripudio di volumi scultorei i cui accartocciamenti risaltano maggiormente grazie ai giochi di luce-ombra creati da pannelli sovrapposti, contrasti di lucido-opaco, iridescenze.