×

Editoriale

Come facciano i ragazzi di Palm Angels a sopportare il sole californiano coperti dalla testa ai piedi, con rare eccezioni, lo sa forse il direttore creativo Francesco Ragazzi che intitola la propria collezione ‘Black Sun’ menzionando i disordini di Huntington Beach del 1986, dove ogni anno si tiene il più grande contest di surf professionistico al mondo e scoppiano spesso delle rivolte. La California e il mondo dei surfer sono quindi le tematiche alla base di questi look da ‘guerriglia urbana’ o meglio ‘balneare’, composti da tute sportive con bande laterali e/o color block con i colli e i cappucci, dove ci sono, tirati su a nascondere parte del viso, da felpe e camicie oversize a kimono strette in vita da una cintura tecnica extralong portate con calzoni o bermuda di nylon, da completi multitasche con pantaloni cargo. Le fantasie vanno dal mimetico alle palme, perché sempre di California si tratta.