×

Editoriale

La passerella di David Koma per Mugler si apre con una serie di look scolpiti composti da top-corsetto in denim con impunture a contrasto abbinati a jeans affusolati con staffa e a minigonne, entrambi caratterizzati dalla vita che si piega all’ingiù, convessa. I corsetti, proposti anche in pelle nera impunturata di bianco, sono ispirati dalla pellicola del 1971 ‘Le pistolere’ con Claudia Cardinale e Brigitte Bardot, da cui Koma afferma di avere preso anche la fluidità di bluse e abiti in chiffon a balze e pieghe, estranee ai codici stilistici scultorei del designer. La collezione è comunque ricca di quegli elementi tra il bondage e il ‘chirurgico’ tipici dello stile ‘Koma’, come i cut-out tenuti insieme da stringhe che passano attraverso ganci metallici, gli stessi corsetti che stringono la vita, le applicazioni metalliche nelle mise del finale.