×

Editoriale

Sulla passerella di Msgm va in scena la celebrazione dello ‘yarn bombing’, tipo di graffitismo, anche arte di strada, che ricopre alberi, oggetti e case con la maglia all’uncinetto. Quindi eccola la maglieria a crochet per casacche e pull morbidi portati con bermuda e pantaloni in eco-pelle, alternati ad altri con bottoni e bande laterali e altri ancora con chiusura a fusciacca alla maniera orientale, realizzati in un cotone-canapa che trasforma la riga regimental in check e sovrapposti a leggings colorati. Sorprendente la lavorazione delle due canotte a rete che riproducono le piante urbane di Milano e di New York, accattivanti anche perché unisex come molti dei look di questa collezione originale e innovativa che unisce intreccio visivo e materico.