×

Editoriale

Finti fiocchi di neve cadono su una foresta già imbiancata. Niente lirismo però, l’esagerazione dissacrante di Jeremy Scott ribalta anche la poetica del bosco invernale incantato mandando in passerella modelli dai fisici scultorei enfatizzati da giacconi e fake fur aperti sul petto nudo abbinati a bermuda oversize e intimo seconda pelle. A una serie di completi da snow-board in tonalità e fantasie sgargianti, con effetti metallici o nude look, si alternano soprabiti e pantaloni tartan sovrapposti da motivi floreali hawaiani, bomber trapuntati e montoni patchwork, smoking portati con Moon-Boot logati in eco-pelliccia animalier, giacconi e pantaloni in lurex. La pelliccia duetta anche con il denim che, oltre alla versione classica, è proposto in stampa digitale washed. Completano il look copricapo à la Davy Crockett, guantoni e occhiali da sci.