×

Editoriale

Louis Vuitton sfila in quella che sarà la nuova sede della boutique di Place Vendôme 2; proprio per la centralissima location o perché Ghesquière dice di “non aver ancora esplorato abbastanza la parte di Louis Vuitton legata alla raffinatezza” che i look in passerella sono un tributo all’eleganza delle donne parigine che indossano lunghi abiti asimmetrici in jersey a una sola manica o con tagli sensuali all’altezza dei fianchi, con una cinta volante ad anello che si stringe intorno ad un drappeggio. Di questi abiti ne sfila una serie in monocromo, con dettagli glitter o in black & white, poi segue la parte sartoriale, con tailleur check destrutturati caratterizzati anch’essi da tagli e asimmetrie che duettano con capi in pelle nera. Non manca il pizzo, anche in versione pantalone, mentre il finale è dominato da long dress trasparenti dalle spalle rinforzate e applicazioni di cristalli.