×

Editoriale

Nicolas Ghesquière sceglie di sfilare nel Pavillon de l’Horloge del Louvre, che un tempo era un fossato per proteggere la fortezza medievale. Sono passati secoli perché la struttura si trasformasse nel palazzo odierno ma il tempo, con le pareti di pietra di secoli fa, pare essersi fermato. Questa dicotomia tra passato e presente ispira la nuova collezione per Louis Vuitton, in cui pezzi che richiamano la nobiltà francese del ‘700, come le marsine in broccato riccamente decorate, si abbinano a maglie sportive a bande colorate, shorts da corsa in seta, jeans di pelle verniciata e sneakers massicce. E ancora, T-shirt con stampe di serie tv si portano su bluse da poeta, long dress fluidi con stampe floreali sono sovrapposti da maxi-corsetti che, con l’aggiunta delle spalline, diventano imbracature con le maniche incorporate. Dettagli a contrasto anche per gli accessori, bauletti e borse a mano monogrammate.