×

Editoriale

Da quando Albert Elbaz ha lasciato Lanvin, il destino della grande Maison francese continua ad apparire incerto ; dopo Bouchra Jarrar, cui non è stato dato abbastanza tempo per continuare il buon lavoro con cui aveva esordito, Olivier Lapidus fa sfilare una collezione che oscilla tra fluidi long dress plissé e satinati a pezzi che si tingono di tonalità vitaminiche, tra cui spicca un arancio acceso, come la giacca da biker con uno strano collo laterale da cui spunta un cappuccio aderente da sub, portata con leggings viola con la staffa legata sotto i tacchi delle décolletée. Il dettaglio del cappuccio, che poi si rivela essere il prolungamento del dolcevita, si ripresenta in altri look, in abbinamento ad una maglia zippata a collo alto, pantaloni maschili a vita alta e cintura arancione o a un soprabito in PVC trasparente e pantaloni skinny verde petrolio. Le borse sono piccole, con la tracolla su cui spicca una tasca porta-telefono.