×

Editoriale

L’accessorio più di moda nella sfilata di John Richmond è la camicia abbottonata, con o senza cravatta; il suo uomo la sfoggia soprattutto con il completo sartoriale slim, anche tre pezzi, con giacca striminzita e pantalone sopra al polpaccio che rivela calze dai colori brillanti e scarpe inglesi borchiate con suole a contrasto cromatico, ma non con il giubbotto da biker in pelle ‘intagliata’ portato a nudo con jeans vissuti o track pants con coulisse in vita e grosse sneakers. L’alternativa sono maglie e pull girocollo con collana ricamata effetto trompe l’oeil o stampe caleidoscopio che compaiono anche nel finale sullo smoking. In generale è una collezione che non perde lo stampo rock proprio del marchio, anche se lo mixa con tagli sartoriali e tessuti classici inglesi che spesso duettano con pelle e dettagli metallici. Così il maschio ribelle s’inquadra, a modo suo, nel sistema.