×

Editoriale

Per festeggiare i 25 anni di attività, Jill Stuart s’ispira al suo archivio ma ci tiene a puntualizzare che “nessuno dei pezzi è stato preso dal mio archivio ma solo ispirati ad esso, dal ’93 ad oggi”. Ecco allora ritornare le stampe floreali ispirate ad un giardino botanico su abiti in organza o pizzo trasparente, con maniche a sbuffo e ruche o balze, sovrapposti a camicie romantiche e portati con calzini a rete e zoccoletti platform. L’alternativa ai fiori sono i pois bianco su nero, che decorano bluse e long dress trasparenti, mentre per il finale tornano le fantasie botaniche su strati di organza. Corsetti bondage e imbracature dorate a forma di bustier sono creazioni di una giovane designer, Lady Grey, così come le cinture, di Zana Bayne.