×

Editoriale

Per la sua collezione di debutto da Guy Laroche, Richard René rende omaggio a Mireille Darc, attrice francese icona degli anni ’60 e ’70 scomparsa recentemente, che nei suoi film usava spesso portare abiti firmati proprio Laroche. Il suo taglio biondo a ciotola rivive nelle parrucche delle modelle che portano occhiali rotondi da sole oversize e vestono categoricamente di nero, con qualche concessione al bianco. L’essenzialità della palette va di pari passo con la perfezione chirurgica dei tagli e il minimalismo delle combinazioni, camicie fluide sbottonate sul seno portate dentro pantaloni affusolati a vita alta, abiti asimmetrici sinuosi o più morbidi con inserti trasparenti, completi sartoriali, anche in pelle, con giacche squadrate senza collo.