×

Editoriale

La suggestiva cornice neoclassica di Villa Elisabeth, nel centro di Berlino, ospita l’eleganza ribelle di Dorothee Schumacher, fatta di giacche e boots da biker portati con mini-gonne e abiti al ginocchio ricchi di stampe floreali dal sapore vintage. Il periodo di riferimento sta tra i ’60 e i ’70 e come non pensare ad una ragazza di quegli anni, camicia slim infilata dentro una mini a pieghe e stivali di pelle marrone oppure dolcevita e gonna a trapezio, mentre i mix & match di fantasie ricordano i motivi tappezzeria, grafici e dagli effetti cangianti. Le giacche, anche nelle mise più eleganti o formali, riprendono il modello da biker, reinterpretato in lana sfilacciata o in tonalità accattivanti come giallo senape (coordinato con la gonna) o ruggine o ancora in versione coat. Le frange decorano i look del finale che, a parte un paio di outfit floreali, scelgono il nero (quasi) totale.