×

Editoriale

Una moda giocata sul filo del concettuale ma indossabile e creativa; Phoebe Philo per Céline lascia parlare come sempre gli abiti, presentandoli in uno spazio ideato dall’artista Dan Graham, una serie di quinte metalliche che delimitano ma nello stesso tempo lasciano libertà di movimento. Anche la passerella è quindi una metafora dello stile di Philo che qui sceglie la comodità di forme oversize, soprattutto per i capospalla, giacche da uomo e coat, portati con pantaloni dagli orli arrotolati da cui sbuca dell’arioso chiffon ma anche gli abiti sono prevalentemente fluidi e ariosi, con maniche ampie e gonne a pieghe o drappeggi, alcuni sono decorati con seni ricamati all’uncinetto a contrasto, altri hanno tagli all’altezza dell’addome. In alcuni look le sneakers sostituiscono tronchetti con tacco e sandali portati sopra le calze e collant velati.