×

Editoriale

La prima collezione di Olivier Rousteing per Balmain Homme si sviluppa intorno al tema dell’avventura, del viaggio come scoperta e ricerca del sé; in passerella un esploratore in tenuta da safari, con cappello a visiera e zaino multitasche, che al posto dei classici boots porta sandali da gladiatore e indossa i pantaloni cargo, sia corti che lunghi, con il cavallo basso e le bretelle tirate giù, alternati a morbidi track pants con coulisse slacciata in vita. I classici motivi intrecciati del marchio sono reinterpretati ricorrendo a uno spago di iuta organica e vanno a decorare giacche e giubbini da biker, proposti anche in pelle intrecciata e compare anche la catena dorata, altro ornamento iconico della maison. E dopo un susseguirsi di tonalità kaki, ecco il nero profilato d’oro, per la sera.