×

Editoriale

Andreas Kronthaler coglie spesso l’occasione per ricordare i suoi trascorsi di studente di moda all’Università di Arti Applicate di Vienna, non tanto per il suo percorso formativo, quanto per l’incontro fulminante con la sua attuale moglie ovvero Vivienne Westwood. Una ‘superwoman’ la definisce lui e questo show-collezione è una sorta di dichiarazione d’amore di lui a lei che gli ha ceduto pure la direzione creativa, Kronthaler for Westwood, appunto. Puro stile Dame Viv quindi, con un’imperante fluidità di genere e mixaggi spinti fatti di pezzi destrutturati e incursioni di epoche e stili differenti, un po’ monacali e un po’ carnevaleschi o da contadina tirolese. C’è tutto il repertorio Westwood insomma, ci sono gli abiti asimmetrici tutti ruche e drappeggi, i tailleur in fantasia con le maxi-spalle, i minidress super-sexy, la maglieria slabbrata, i copricapo enormi e i famosi simboli fallici che pendono da cinture o fanno da orecchini, anche questi parte del sodalizio artistico e amoroso che lega i due designer da ormai 30 anni.