×

Editoriale

‘Honour’, ‘truth’ e ‘valour’ sono le parole che campeggiano in bold su giacche e cappotti mono e doppiopetto gessati, solenni come la sfilata che Sarah Burton per Alexander McQueen dedica al centenario della Grande Guerra, richiamando in particolare l’installazione alla Torre di Londra conclusasi lo scorso novembre e dove l’artista Paul Cummings ha creato una distesa di papaveri rossi per ricordare i caduti di Sua Maestà. E i papaveri, insieme alla rosa inglese, decorano in total look coat e completi slim o i loro profili, creando incroci che sembrano bandoliere. Lo stile militare è dato anche dall’uso dei colori, come il verde e il blu e di dettagli come controspalline, colletti rigidi, tasconi, cappotti simili a redingote e stelle luccicanti sugli abiti da sera, mentre i pantaloni al polpaccio, con vista sui calzini, le creeper e il velluto damascato sanno più di subcultura Sixties à la Teddy Boy.